Viaggio in India: il Festival di Navratri

India:feste religiose hindu

India:feste religiose hindu

Viaggiando verso l’Asia del sud, in questo periodo dell’anno cade la festa indù che celebra la dea Durga con il Festival di Navratri.

Secondo la religione induista Durga è una Madre Divina, che ha in sé entrambi i poteri di creazione e distruzione.

Essa è raffigurata spesso come una donna che cavalca una tigre, con numerose braccia e mani che impugnano diverse armi.

Il Festival di Navratri, ha una durata di nove giorni in onore delle nove manifestazioni di Durga e si celebra d’autunno durante la luna nuova d’Ashwin (settembre/ottobre).

In questo particolare periodo dell’anno, infatti, avviene la congiunzione dell’estate e dell’inverno, origine di importanti influenze climatiche e astrali.

I corpi e gli spiriti, secondo gli indù, subiscono un notevole cambiamento a causa delle modificazioni della natura, momenti che sono consacrati al culto della Madre.

Durante il festival, diviso in tre periodi ciascuno di tre giorni, il ricercatore spirituale segue la via della sadhana e celebra i differenti aspetti della Dea Suprema.

Gli stadi dell’evoluzione del religioso vanno dalla condizione di Jiva, uno stato impuro di individualità, alla condizione di Shiva, ovvero il momento in cui avviene la realizzazione di Dio.

Attraverso un cammino interiore, che ha lo scopo di distruggere le impurità dell’anima e di rimpiazzarle con qualità positive, alla fine del festival il ricercatore spirituale riesce a sradicare le tendenze nefaste e sviluppa le qualità pure, divenendo degno di raggiungere la saggezza divina.

In India il Festival di Navratri è un momento molto particolare e suggestivo, in cui tutta la popolazione si impegna nel culto e nella realizzazione degli aspetti più materiali della celebrazione, considerati anch’essi sacri.

Diverse città organizzano variopinte e grandi parate, con idoli curati nell’aspetto che attraversano la folla.

Dalla raccolta dell’argilla dalle rive del Gange, alla decorazione soprattutto degli occhi, la preparazione dei Murti è infatti realizzata seguendo riti e rituali.

Anche se è una festa religiosa hindu, il Festival di Navratri oggi è divenuto una specie di carnevale, in cui persone di ogni provenienza, indipendentemente dal loro credo religioso, partecipano e si divertono.

Se anche voi volete essere coinvolti dal culto di Durga non perdete altro tempo e volate verso l’India!

Durga mata ki Jai…e naturalmente buon viaggio da Nerverland.com!

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Previous Article

Milano: cosa visitare.

Next Article

Firenze: cosa visitare?

Related Posts